17
DIC
2016
Ricerche e Trial clinici

Tumori: i grassi responsabili delle metastasi


Uno studio condotto presso l’Institute for Research in Biomedicine (IRB Barcelona) e pubblicato sulla rivista “Nature” ha identificato le cellule responsabili per l’avvio e la promozione di metastasi in diversi tipi di tumori umani. Le metastasi tumorali per formarsi e ‘viaggiare‘ nel corpo hanno bisogno dei grassi che si introducono con la dieta.

I ricercatori hanno scoperto studiando alcuni tumori orali umani che alcune cellule hanno alti livelli di una proteina chiamata CD36, coinvolta nel metabolismo dei grassi. Se manca questa proteina, i tumori umani analizzati non sembrano in grado di metastatizzare (video). E questo vale non solo per i carcinomi orali, in cui la proteina è stata identificata, ma anche per altri tumori, tra cui il carcinoma del seno e il melanoma.


IRB Barcelona: Targeting metastasis-initiating cells through the fatty acid receptor CD36

Il Dr. Aznar-Benitah ha sottolineato: “Ci aspettiamo che questo studio possa avere un grande impatto sulla comunità scientifica e per ulteriori progressi nel campo della ricerca sulle metastasi, e speriamo di essere in grado di convalidare il potenziale di CD36 come un trattamento anti-metastasi“.

Leggi abstract dell’articolo:
Targeting metastasis-initiating cells through the fatty acid receptor CD36
Gloria Pascual, Alexandra Avgustinova, Stefania Mejetta, Mercé Martín, Andrés Castellanos, Camille Stephan-Otto Attolini, Antoni Berenguer, Neus Prats, Agustí Toll, Juan Antonio Hueto, Coro Bescós, Luciano Di Croce & Salvador Aznar Benitah
Nature (2016):Published online07 December  – Doi: 10.1038/nature20791

Fonte: Institute for Research in Biomedicine (IRB Barcelona)

Tratto dal Weblog “Medicina in Biblioteca”

Informazioni sull'autore
GD Star Rating
loading...
Ultimo aggiornamento di questa pagina: 19 dicembre 2016
Articolo originariamente inserito il: 17 dicembre 2016
Leggi articolo precedente:
Possibile causa batterica per l’Artrite Reumatoide

I ricercatori della Division of Rheumatology, Johns Hopkins University School of Medicine, Baltimore, USA, hanno nuove prove che un batterio...

Chiudi