Home Linee Guida e Raccomandazioni Cardiovascolare AHA/ACC: Nuove linee guida americane sull’ipertensione

AHA/ACC: Nuove linee guida americane sull’ipertensione

4 minuti di lettura
0
449

Quasi la metà degli adulti negli Stati Uniti potrebbero essere classificati con alta pressione sanguigna, dopo che nuove linee guida dell’American Heart Association e l’American College of Cardiology hanno ridefinito i parametri.

La pressione sanguigna è la forza con cui il sangue spinge contro le pareti dell’arteria. L’alta pressione sanguigna, o l’ ipertensione, è quando questa forza diventa troppo alta. La pressione sanguigna viene misurata in millimetri di mercurio e ci sono due numeri utilizzati per valutare la pressione sanguigna: sistolica e diastolica.

La pressione sanguigna sistolica (il numero massimo) è la pressione sanguigna quando il cuore batte, mentre la pressione arteriosa diastolica (numero inferiore) è la pressione sanguigna tra i battiti cardiaci, quando il cuore è a riposo.

 ucm_497596

Le linee guida precedenti – stabilite nel 2003 – definiscono l’ipertensione come pressione sanguigna di 140/90 millimetri di mercurio o superiore. Ora secondo i nuovi parametri l’ipertensione è classificata come una pressione sanguigna di 130/80 millimetri di mercurio o superiore, mentre la pressione sanguigna normale è classificata come una pressione sanguigna di 120/80 millimetri di mercurio.
Secondo l’AHA, le linee guida riviste presentate all’AHA Scientific Session ( November 11–15), mirano ad aumentare la consapevolezza dei rischi connessi con l’alta pressione sanguigna e combattere la condizione prima che conduca a maggiori problemi di salute.
Il nuovo documento è stato pubblicato in contemporanea sulle riviste: “Hypertension” e “Journal of the American College of Cardiology“.

Dr. Whelton – autore principale delle nuove linee guida – rileva che le persone con elevata pressione sanguigna ed ipertensione di stadio 2 (140/90 e superiore) sono ad alto rischio di complicazioni cardiovascolari e le nuove linee guida dovrebbero contribuire a evidenziare tale rischio e incoraggiare le persone a fare cambiamenti.
Vogliamo essere in linea con la gente – se hai già raddoppiato il rischio, lo devi sapere. Non significa che hai bisogno di farmaci, ma è una luce gialla che devi abbassare la pressione sanguigna, soprattutto con approcci non farmacologico“- afferma il Dr. Whelton.

Scarica e leggi il documento in full text:

Tratto dal Weblog “Medicina in Biblioteca”

Carica più articoli correlati
Carica ancora in Cardiovascolare

Leggi Anche

NICE: linee guida sull’endometriosi

Sono state pubblicate a cura del National Institute for Health and Care Excellence (NICE),…